Come funziona una stampante laser – parte 3

Eccoci alla terza parte della guida sul funzionamento delle stampanti laser.
Le precedenti puntate sono la prima e la seconda.

Il toner e la sua applicazione nel processo di stampa

Una delle cose più caratteristiche su una stampante laser (o fotocopiatrice) è il toner.
Che è carico elettricamente e contiene una polvere con due ingredienti principali: pigmento e plastica.
Il ruolo del pigmento è abbastanza ovvio, visto che fornisce la colorazione (nero, in una stampante in bianco e nero) che riempie il testo e le immagini. Questo pigmento è miscelato in particelle di plastica, in modo che il toner si sciolga quando passa attraverso il calore del fusore. Questa qualità dà al toner numerosi vantaggi rispetto all’inchiostro liquido. Principalmente, si lega saldamente alle fibre in quasi ogni tipo di carta, il che significa che il testo non sporca facilmente.

Come fa la stampante ad applicare questo toner all’immagine elettrostatica sul tamburo? La polvere è immagazzinata nella tramoggia del toner, un piccolo contenitore integrato in un involucro asportabile. La stampante raccoglie il toner dalla tramoggia con l’unità di sviluppo che è in realtà un insieme di piccole perline dalla carica magnetica negativa. Queste perle sono attaccate ad un rullo rotante in metallo, che le muove attraverso il toner.
Visto che sono a carica negativa, le perle di sviluppo raccolgono le particelle positive del toner durante il passaggio. Il rullo poi spazzola le perline passando attraverso il  tamburo e l’immagine elettrostatica ha una carica più negativa delle perline, in modo che il tamburo tiri via le particelle di toner.
Il tamburo si sposta quindi sulla carta, che ha una carica ancora più forte e afferra quindi il toner e dopo averlo raccolto, la carta viene immediatamente scaricata dal filo detac corona. La pagina deve poi passare attraverso il fusore per fissare definitivamente il toner. I rulli fusori sono riscaldati da lampade interne al tubo di quarzo, in modo che la plastica si sciolga nel toner che passa attraverso.
Ma cos’è che mantiene il toner sui rulli del fusore, piuttosto che attenersi alla pagina? Per evitare che ciò accada i rulli dell’unità di fusione devono essere rivestiti con Teflon, lo stesso materiale anti-aderente che si usa per il fondo delle padelle!

Le stampanti laser a colori

Inizialmente, le stampanti laser commerciali erano solo per la stampa in bianco e nero (quindi scritta nera su carta bianca). Ma ora , ci sono un sacco di stampanti laser a colori sul mercato.
In sostanza, le stampanti a colori funzionano allo stesso modo, come stampanti monocromatiche, tranne che passano attraverso l’intero processo di stampa quattro volte – uno per il ciano (blu), il magenta (rosso), il giallo e infine il nero. Grazie alla combinazione di questi quattro colori di toner in proporzione variabile, è possibile generare l’intero spettro di colori .
Ci sono diversi modi per farlo. Alcuni modelli sono dotati di quattro unità toner fissate su una ruota in movimento; la stampante stabilisce l’immagine elettrostatica per un colore e mette il toner corretto in posizione. Si applica poi questo colore alla carta che passa attraverso il processo di nuovo per il colore successivo. Alcune stampanti aggiungono tutti e quattro i colori prima di fissare l’immagine sulla carta.
Alcune stampanti più costose sono formate da un gruppo laser, un tamburo e un sistema toner per ciascun colore. La carta si sposta semplicemente come in una in una sorta di catena di montaggio.

I vantaggi delle stampanti laser

Quindi perché avere una stampante laser invece di una stampante a getto d’inchiostro è più conveniente? I principali vantaggi delle stampanti laser sono la velocità, la precisione e l’economia. Un laser può muoversi molto rapidamente, con una velocità molto maggiore di una getto d’inchiostro. E poiché il raggio laser ha un diametro invariabile, si può disegnare con maggiore precisione, senza sprecare inchiostro in eccesso.
Le stampanti laser tendono ad essere più costose rispetto alle stampanti a getto d’inchiostro, ma costa meno la manutenzione e la polvere di toner è economica e dura a lungo. Questo è il motivo per cui gli uffici in genere utilizzano una stampante laser come macchina per la stampa di documenti di testo lunghi. Nella maggior parte dei modelli, questa efficienza meccanica è completata da efficienza di elaborazione avanzata. Una tipica stampante laser di controllo può servire tutti i computer in un piccolo ufficio.
Quando sono state introdotte le stampanti laser erano troppo costose da utilizzare come stampanti personali, ma da quel momento le stampanti laser sono diventate molto più accessibili. Ora è possibile prendere un modello base solo quasi allo stesso prezzo di una stampante a getto d’inchiostro.